Orzotto alla zucca {tradizione che scalda l'animo}

6.12.13

La zucca. La mangerei in tutte le salse, e più di tutto la adoro salata. Abbinata a qualcosa che esalti il suo gusto dolce.
La prima volta che ho mangiato questo orzotto, i miei sensi sono stati attraversati da svariate emozioni iniziando da quella visiva, l'arancione trasmette una sensazione di benessere, passando per quella gustativa, un sapore che sa di tradizione, di campagna di rustico, arrivando al cuore, profumo di casa, di infanzia, di calore, la mamma davanti ai fornelli, il papá che arrivava col pane fresco, noi bambine sul tappeto e io in brodo di giuggiole a godermi questi momenti. Eh si per me il cibo é anche e forse sopratutto questo.
L'esecuzione dell'orzotto é come quella del risotto, necessita però a differenza di quest'ultimo una cottura più lunga.



Ingredienti per 4 persone:

300 gr. di orzo perlato
300 gr. di polpa zucca (io ho usato la butternut)
uno scalogno
vino bianco per sfumare (circa mezzo bicchiere)
brodo vegetale (circa 3/4 di litro, ma ti puoi regolare ad occhio)
4 amaretti
una punta di coltello ci cannella
olio extravergine di oliva
un po' di burro
pepe nero
pecorino stagionato o grana padano

Esecuzione:

Lava bene l'orzo. Io lo metto sempre un paio d'ore a bagno, per essere sicura leggi sulla confezione. 

Pulisci la zucca ed elimina i semi. Tagliala a tocchetti e cuocila al vapore, ci vorranno circa 20 minuti, per essere sicura prendi un cucchiaio di legno e prova a schiacciare la zucca sul bordo della pentola, se si disfa vuol dire che é pronta. Se usi la pentola a pressione ci vorranno circa 8-10 minuti da quando comincia a fischiare)
Metti la zucca nello scola pasta e lasciala scolare bene.

Nel frattempo fai rosolare lo scalogno tritato con un po' di olio di oliva.
Aggiungi l'orzo lavato e scolato e fallo tostare per alcuni minuti, proprio come se fosse riso.
Aggiungi il vino bianco e fai evaporare.
A questo punto incomincia a versare il brodo, poco alla volta e rimestando spesso col cucchiaio di legno. Tieni conto che la cottura in totale durerà circa 35-40 minuti, dipende dall'orzo che usi.

Intanto che l'orzotto borbotta con il brodo tu prendi la zucca scolata e passala al mixer rendendola purea.

Quando mancano 10 minuti alla fine della cottura aggiungi la purea di zucca e continua a rimestare.
Aggiungi anche la cannella, fai attenzione a non scottarti, perché l'orzzotto a questo punto tenderá a saltare essendo la zucca densa, ma tu non demordere.

Quando il tempo di cottura é trascorso spegni e togli dal fornello. Unisci una noce di burro e fai riposare l'orzotto alcuni minuti col coperchio.

Impiatta, aggiungi una spolverata abbondante di pecorino (o grana) grattugiato e una spolverata di amaretti sbriciolati. Termina con una bella macinata di pepe.





8 commenti:

  1. ..e purtroppo non amo la zucca...i sapori dolci in cucina non mi piacciono molto. ma amo le zuppe e l'orzo. Vedere il piatto è di un invitante unico. ciao Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carla che peccato! Lo so a molte persone non piace il dolce della zucca, arriveranno altre ricette che soddisferanno anche il tuo palato, promesso!

      Elimina
  2. Io invece come sai, adoro la zucca e piú é dolce, piú mi piace... quindi userei la Okkaido ;-)
    Probabilmente si puó anche sostituire la zucca con le castagne (ah variante costosissima! :-( Non so se hai visto i prezzi delle castagne quest'anno... almeno qui)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che idea geniale! Mi hai messo la pulce nell'orecchio ora e voglio provare a farlo! È vero le castagne sono molto care, ce ne sono poche in giro e il prezzo sale...
      Eh lo so che anche tu sei patito della zucca :-)

      Elimina
  3. Prossimamente a casa Thomann" ;)

    RispondiElimina
  4. This looks a wonderful venture. I'm a follower.
    Kisses Adrian.

    RispondiElimina