Semifreddo agli amaretti {It's tradition)

23.12.13

Ecco! Immancabile momento Déjà-vu delle feste. Eh si! La prima volta fu la mamma a prepararlo e io, allora cinque-seienne, già sentivo che sarebbe stato un sapore ricorrente delle vacanze di Natale negli anni a venire. E fu proprio così che, sotto le mie grinfie, nel tempo, da classico semifreddo agli amaretti si trasformó in semifreddo agli amaretti rivestito di pandoro (o panettone) imbevuto di rum e sormontato da un biscuit all'amaretto. È un dessert che preparo solo nelle festività natalizie, anche se in realtá lui sarebbe buono sempre, ma... It's tradition! E io amo le piccole tradizioni familiari.



Ingredienti per una forma classica da plumcake di 30 cm.:

300 gr. di amaretti (di cui 250 per il semifreddo e 50 per il biscuit)
3 uova freschissime
3 cucchiai di zucchero finissimo
500 ml. di panna da montare
1 pizzichino di sale
30-35 gr. di burro fuso
1 piccolo pandoro
un bicchierino di rum (per i bimbi sostituisci il rum con aroma al rum per dolci allungato con succo d'arancia o acqua)
scaglie di cioccolata e lamponi per decorare (puoi usare anche altro secondo la tua fantasia)


Esecuzione:

Inizia preparando lo stampo da terrina o da plumcake:
rivesti le pareti con della carta da forno. Per farlo in maniera ottimale ti consiglio di ritagliare la misura del fondo rettangolare e poi i quattro lati separati (4 strisce). Per farle aderire bene alle pareti della forma devi bagnare la carta con acqua.

Per il biscuit sbriciola 50 gr. di amaretti e unisci il burro fuso amalgamando bene. 

Ora disponilo sul fondo della forma e con un cucchiaino livella e premi con un po' di forza per benino. Metti in congelatore per 15 minuti per fare rassodare il burro.

Nel frattempo taglia il pandoro in quattro strisce della misura dei lati della forma (come hai fatto con la carta per intenderci). Se il pandoro é piccolo non ti preoccupare, fai delle stride più corte che poi unirai tra loro. 

Prendi dal congelatore la forma e rivesti le pareti interne con le strisce di pandoro e man mano spennella con il rum, devo essere imbevute. Vedrai anche che dopo averle imbevute aderiranno una all'altra senza difficoltà. Riponi la forma in frigo. 

Ora prepara il composto per il semifreddo:
lavora i tuorli con lo zucchero fino a che diventano bianchi e spumosi.
Sbriciola o trita gli amaretti ed uniscili al composto.
Monta la panna.
Monta gli albumi con il pizzichino di sale a neve ben ferma.
Aggiungi al composto di tuorli ed amaretti: prima la panna montata (mescolando delicatamente fino ad amalgamare il tutto) e poi gli albumi montati a neve mescolando molto delicatamente dall'alto verso il basso. Attenta  a non mescolare troppo a lungo altrimenti il composto si sgonfia. 

Prendi la forma dal frigo e riempila con il composto. Copri con la carta trasparente e metti in congelatore per almeno 6-8 ore. Io lo preparo sempre almeno un giorno prima.
Per toglierlo dalla forma basta capovolgere lo stampo facendo un po' di pressione, vedrai che uscirà senza difficoltà. Taglialo a fette (per tagliarlo mettilo con il biscuit verso il basso, farai meno fatica).

Disponi a piacimento le fette sui piatti e decora come vuoi tu. Io ho usato delle scaglie di cioccolato fondente e dei lamponi, ma puoi usare anche amaretti sbriciolati, cioccolata fusa, noccioline tritate ecc. libero sfogo alla fantasia.

Il bello di questo importante dessert é che lo puoi preparare anche diversi giorni prima e lasciarlo in congelatore. Importante é, per gustarlo al meglio, lasciare le fettine ammorbidirsi a temperatura ambinte per 10-15 min (a seconda dello spessore).




6 commenti:

  1. I don't like eating sweet food but I do enjoy your pictures of it.
    Have a Happy Christmas and don't get too fat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adrian thanks! Happy Christmas to you too!
      I like so much to cook and to Photograph the dishes, you see, i take care of each little details.
      When i prepare recipes it's more than eating, i Dream, i relive my past, my culture.. There is so much inside -)

      Elimina
  2. Carissima, conoscerai il detto 'guardare e non toccare'... qui succede così, anche controvoglia!!! Splendide immagini che raccontano perfino il sapore delizioso delle 'piccole tradizioni familiari'. Anche la mia mamma faceva un dolce squisito proprio per il Natale, allora i biscottini e gli amaretti erano inzuppati nell'alchermes, si usava il burro in abbondanza e poi non ricordo se non che me ne mangiavo il più possibile. Ti facciamo il nostro sincero augurio per queste Feste, chissà se sei sull'Altopiano... Vivi con gioia ogni momento insieme ai tuoi cari. Un abbraccio affettuoso. Luigi e Cate.

    RispondiElimina
  3. Cari Luigi e Cate ciao! eh... ricordo anche io che da piccola quando la mamma faceva dei dolci un po' particolari era una festa e ne mangiavo più che potevo anche io!
    :-) sono stupendi questi ricordi.
    Anche io faccio a tutti voi gli auguri per un Natale sereno.
    Grazie!

    RispondiElimina