La pasta per quiche di Christophe Felder {Pâte à quiche}

20.3.14


Laura! Insomma! La pianti di mangiare la pasta cruda!? Giá é poca... 
Era la tiritera di mia mamma di quando si metteva a fare paste fatte in casa. Mentre lei era li col matterello io spiluccavo continuamente un pezzetto di pasta e... gnam! Lo facevate anche voi vero!?
Io lo faccio ancora adesso... e non mi é mai rimasta sullo stomaco.
Questo impasto base per quiche é quello di Christophe Felder. Dicesi il migliore.
Buono, veloce da fare, da stendere.
Quindi se amate le quiche questo é l'impasto che fa per voi.




Ingredienti per uno stampo da crostata di 24 cm.:

200 gr. di farina
90 gr. di burro tagliato a pezzetti 
5 gr. di sale
1 uovo
20 gr. di acqua

In una ciotola mischia la farina con il sale. Aggiungi il burro e con il polpastrelli lavora velocemente  farina e burro. Otterrai un impasto sabbioso.
A questo punto aggiungi l'uovo e l'acqua e impasta fino ad ottenere un impasto omogeneo (ci viole pochissimo tempo). Avvolgi la palla e lascia riposare in frigo (consigliate sono 2 ore, ma io a volte la lascio anche solo 30 minuti e personalmente trovo che non fa molta differenza)

Una volta trascorso il tempo di riposo la pasta va stesa a uno spessore di circa 3 mm. 
Per le quiche va fatta una precottura in forno a 180° per 15 minuti (circa) prima di mettere il ripieno, questa si chiama comunemente cottura alla cieca.
Procedi in questo modo:
la pasta va stesa col mattarello e posta sullo stampo imburrato o rivestito di carta da forno (che io consiglio) facendo dei bei bordi.
Con una forchetta bucherella la superfiacie e con la punta delle dita sistema i bordi.
Ora devi riempire la tortiera con i cosiddetti pesi di cottura altrimenti quando la inforni i bordi si afflosceranno. 
Il metodo che uso io e che per me é il migliore, semplice e veloce é quello di mettere vicino i bordi delle strisce di carta di allumino accartocciata. Come dalla foto.


Tieni presente però che se usi questo metodo al centro la pasta a volte (non necessariamente) si gonfia leggermente, non ti spaventare perché quando la sforni, trascorsi i 15 minuti di cottura a 180°, se fosse il caso, con una paletta la puoi riappiattire essendo ancora morbida. Importante é che non si affloscino i bordi.
In alternativa puoi usare i metodi classici.

Ora la base per le tue quiche o tortini salati é pronta da farcire. Andrá di nuovo in forno con il ripieno. 
Segui i tempi di cottura e temperatura nel forno indicati nella ricetta che avrai scelto (di solito si continua la cottura a 180° per un 20-30 minuti).

Puoi tranquillamente raddoppiare le dosi e surgelarne metá in modo da averla a portata di mano. 





2 commenti:

  1. Mi piace questa ricetta!!! E mi piace la tua idea salva bordi! Devo tenerla a mente. Poi quando farai la ricetta per la base senza uovo, devo memorizzare pure quella! Perchè a volte a casa mia scarseggiano le uova... Un bacione!!! Martax

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -)) ciao Ms. Bunbury!
      Il metodo salva bordi con la stagnola é praticissimo e veloce e funziona alla perfezione -)
      Per l'altra ricetta, quella senza uovo, quando la posto ti avviso tesoro!
      Un bacio!

      Elimina