Vellutata di cavolfiore e latte di cocco {Glamour Food}

23.4.14


Vi devo confessare una cosa, adoro le stampe giapponesi! E questo mi sembra proprio il momento giusto di tirare fuori questo Jolly. Ci sta tutto! Primavera, motivo floreale, colori, piatto leggerissimo, gusto delicato e naturalmente glam come piace a noi.
Credetemi non é difficile! Ci vuole solo pazienza e decisione per trasformare una semplicissima vellutata, dal sapore un po' esotico in una vera e propria creazione unica. Stupite i vostri ospiti!



Ingredienti per 4 persone:

per la vellutata
1 kg. di cavolfiore bianco
250 ml di latte di cocco
1/2 litro circa di brodo vegetale
sale pepe

per la guarnizione
pomodorini cherry (se possibile gialli)
1/2 manciata di foglie di spinaci
6-7 lamponi
un cucchiaino di mirtilli
un cucchiaio scarso di panna liquida
un cucchiaino di olio di semi

Esecuzione:

per la vellutata
pulisci il cavolfiore, taglialo a tocchetti, trasferiscilo in una pentola e coprilo con il brodo vegetale. 
Fai lessare il cavolfiore (circa 20 minuti). Aggiungi il latte di cocco fai insaporire per 4-5 minuti. Aggiusta di sale e pepe.
Togli dal fuoco e passa tutto al mixer ad immersione fino ad ottenere una bella consistenza omogenea e vellutata.

per la guarnizione
ricava il succo degli spinaci con una centrifuga o estrattore di succo. Mischia in una scodellina, con una piccola frusta, il succo e 3/4 del cucchiaino di olio di semi e metti da parte.
In in pentolino fai appassire i lamponi con un po' d'acqua. Togli dal fuoco, trasferiscili in una scodellina, e con una forchetta riducili in purea. Aggiungi la panna liquida, amalgama bene e metti da parte.
Fai appassire in un pentolino con un po' acqua i mirtilli, togli dal fuoco, trasferisci in una scodellina e con una forchetta riduci in purea. Aggiungi l'olio di semi rimanente e con la frusta amalgama bene e metti da parte.

composizione del piatto
impiatta la vellutata e con un cucchiaino disponi 4 cerchietti di colore pink (ottenuto coi lamponi) per ogni fiore. In ogni fiore fai cadere un pomodorino cherry. Per fare le foglie prendi il succo verde (ottenuto con gli spinaci) e fai degli ovali, uno accanto all'altro. Per creare il gambo devi trascinare il colore verde dalle foglie con una stecco da spiedino di legno partendo dall'esterno della foglia e andando verso il basso.
Decora ancora a piacimento con delle gocce di viola (ottenute coi mirtilli)

Se vuoi per la vellutata puoi fare un leggero soffritto con cipolla o porro. Io ho preferito farla senza, é risultata leggerissima esaltando così il gusto degli ingredienti principali.

8 commenti:

  1. This looks a real work of art. To good to eat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -) thank you so much Adrian
      ... You know it's my artistic side -)

      Elimina
  2. Che incanto... che piatto meraviglioso!!! Come si può mangiarlo? Si può solo ammirarlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Caterina! Sai com'è deformazione professionale -) grazie di cuore-)
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Veramente STUPENDA!!!
    Una domanda: per creare i petali dei fiori, le foglie e i cerchietti con i mirtilli basta usare un cucchiaino?

    COMPLIMENTIIIII

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice sei la benvenuta!
      ... si basta un cucchiaino, decidi dove e poi con fermezza ma delicatamente fai cadere, non da troppo in alto mi raccomando. Fai prima una prova magari in una scodella. Forza dai! Poi fammi sapere se ci provi.
      Ahhh per I tocchi di viola ho usato un contagocce preso da una vecchia boccetta!
      Un abbraccio e grazie!

      Elimina