Crostata al basilico {robiola e pomodori freschi }

20.8.14



No! Sono testa dura! L'estate non é finita! ... ehhh voi direte, hai un bel dire! Non é nemmeno cominciata! Ma sono fatta così! Un po' di fantasia e... la pillola va giù!
Come quella volta che, autoesaltata e autopompata dall' entusiasmo, andai a vedere una casa... e, accorgendomi subito che era più o meno una catapecchia, pensai tra me.. beh con una mano di bianco... stessa frase che seppi in seguito disse mio padre a mia madre taaaanti anni fa riguardo ad una situazione analoga :-) tale padre tale figlia non si dice così?
Beh cosí anche quest'estate hai suoi lati positivi, tipo... tipo che... si sono trovati tanti funghi, tipo che... ad agosto non avevo mai visto un paesaggio asiaghese con l'erba così alta (chiedo umilmente scusa agli agricoltori che non hanno potuto tagliare il fieno da quanto ha piovuto) tipo che... diciamolo! Bianco é chic (si però io era tutta la primavera che mi preparavo all'abbronzatura con centrifugati di carote e dieta prova bikini!) uff beh, consoliamoci vah, con una cosa positiva certa che é questa crostata al profumo di basilico!



Ingredienti per una tortiera di 20 cm. ø (4 persone)

per la past brisée al basilico
200 grammi di farina
1 pizzichino di sale
1 mazzetto di basilico
90 gr. di burro freddo tagliato a pezzetti
3 cucchiai scarsi di acqua


alcuni grani di sale grosso

per la farcitura
100 gr. di pomodorini cherry colorati (gialli, rossi, verdi)
2 pomodori perini 
4 pomodori sardi
1 pomodoro cuore di bue
250 gr. di robiola
50 gr. di pecorino grattugiato
50 gr. di pinoli
1 succhio d'aglio
la scorza grattugiata di un limone non trattato
3 cucchiai d'olio extraversine d'oliva
sale
delle foglioline di basilico per guarnire (facoltativo)

Esecuzione:

Per la preparazione della pasta brisée al basilico guarda come ho fatto qui.
Durante il riposo della pasta in frigo, dedicati alla preparazione della farcitura.
Lava i pomodori. taglia il cuore di bue a spicchietti, i sardi e i perini a fette e i pomodorini cherry a metà e condisci con 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, la scorza grattugiata del limone e l'aglio tagliato a lamelle sottili, dai una bella mescolata e lascia marinare in un luogo fresco per 20 minuti.
Intanto stendi la pasta e prepara la tortiera come ho fatto qui.
Dopo aver sistemato la pasta brisée nella tortiera, bucherella la superfice con la forchetta e sistema sopra un foglio di carta da forno e sopra la carta una manciata di fagioli secchi (se non hai i fagioli secchi segui il metodo che ho usato qui).
Cuoci a 180° per 15 minuti poi elimina i pesi di cottura e cuoci ancora per altri 10-15 minuti. Sforna e lascia raffreddare bene. Lavora la robiola con un pizzico si sale, 2/3 dei pinoli tostati e tritati, il pecorino grattugiato e il sughetto della marinatura dei pomodori. Spalma la crema di robiola sulla superficie della torta raffreddata e disponi poi sopra il mix di pomodori, aggiusta di sale e cospargi con i pinoli rimasti.

Guarnisci volendo con delle foglioline di basilico.

La ricetta é tratta dallo speciale bimestrale Il meglio di Sale & Pepe - Magnifico pomodoro





    2 commenti:

    1. It is a wet summer but I wish you could have used your fake tan and showed me. A brown girl who can cook would suit me fine,

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Oh Adrian! unfortunately no sun this summer until now! Ugh!

        Elimina