Dolce alle prugne { con farina di mandorle }

29.8.14

... e poi venne il giorno in cui la Laura riuscì a dire Zwetschgen! Wowww! Dentro di me gli ormoni della felicità cominciarono a ballare e gli occhi sorrisero, in modalità automatica, mentre mentalmente ripetevo in continuazione zwetschgen-zwetschgen-zwetschgen-zwetschgen-zwetschgen! ... lottando con una certa timidezza mi avvicinai al banco dell'Anker Brot dove, con ostenata aria sicura, fissai il commesso negli occhi e dissi: ein Stück Zwetschgenkuchen bitte!
...attesi la risposta con ansia aspettandomi un suo: Wie bitte? Pensando di dover, per l'ennesima volta, indicargli col dito quello che volevo ... invece no! Aveva capito perfettamente e anziché Wie bitte? disse: Zum mitnehmen?
Ahhhhh goduria! Si! Ci ero risuscita! Mi si aprì un mondo e se ero riuscita a pronunciare questa parola potevo pronunciare tutto! La barriera psicologica tipica di quando uno impara una lingua cadde e da allora fu tutto un Zwetschgen qui e Zwetschgen la!
A Vienna le prugne vengono chiamate Zwetschgen anziché Pflaumen, sinceramente non so se é prettamente dieletto viennese e del Niederösterreich o se si usa in tutta l'Austria, fatto sta che, dopo il mio trasloco a Vienna, i primi tempi ho avuto seri problemi con alcune parole che guarda caso iniziavano tutte con la z legata alla w seguita da sch! Chi studia il tedesco sa di cosa parlo!

Zwetschgenkuchen o Pflaumenkuchen é un dolce che va alla grande in Austria e nella zona germanofona e ogni famiglia lo prepara a modo suo.


Ingredienti per una tortiera a cerniera di 20-22 cm. ø

120 gr. di farina di mandorle
80 gr. di farina
160 gr. di zucchero (110 per la torta + 50 per le prugne)
100 gr. di burro morbido
2 uova
1 cucchiaino raso di vaniglia in polvere
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
la buccia grattugiata di 1/2 limone biologico
1 pizzichino di sale
600 gr. di prune intere
2 cucchiai di ruhm (facoltativo)
zucchero a velo per guarnire la torta finita

Esecuzione:

Lava le prune, tagliale a metá (per il lungo) e togli in nocciolo. Sciogli 50 gr. di zucchero con il ruhm.
Trasferisci le prugne in una capiente padella antiaderente, versaci sopra lozucchero sciolto con il rhum e fai sbollire a fiamma media per circa 5 minuti caramellandole.

Intanto scalda il forno a 180°.

Con le fruste elettriche lavora il burro con lo zucchero rimasto (110 gr.) fino a che diventa bianco e spumoso. Incorpora le uova uno alla volta, amalgamando bene dopo ogni uovo. Unisci la farina di mandorle, la farina setacciata con il lievito ed il sale, la scorza grattugiata di limone e la vaniglia in polvere. Amalgama tutto con le fruste e versa l'impasto nella tortiera. Appoggia sulla superficie 3/4 delle prugne facendole penetrare leggermente nell'impasto. Tiene le prugne rimanenti da parte perché serviranno per guarnire la torta ultimata.
Cuoci in forno per 45 minuti circa a 180°. Controlla verso la fine della cottura che il dolce non scurisca troppo, in tal caso fai la prova stecchino e se necessita ancora cottura spostalo sul ripiano inferiore del forno.
Sforna e lascia raffreddare. Guarnisci la torta con le prugne rimaste posizionandole al centro e spolvera i lati con lo zucchero a velo.

Questo dolce é di consistenza morbida e la farina di mandorle dona quel tocco raffinato e particolare.
È ottima servita con una pallina di gelato alla vaniglia.


10 commenti:

  1. ASSOLUTAMENTE DA PROVARE! Grazie per tutte le fasntastiche ricette che condividi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao giochidizucchero! Si questo dolce é fantastico, la consistenza gli da quel qualcosa di raffinato che lo rende speciale!
      Un bacione!

      Elimina
  2. Non saprei dire cosa mi piace di più... le ricette... le foto o le meravigliose immagini che riesci a creare nella mente di chi ti legge... Sensazioni, ricordi, nostalgie di posti già visitati... Grazie Laura, per tutto questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cate!!! Che piacere! E che piacere per me leggere quello che hai scritto, ti ringrazio perché sapendo dal pulpito da cui arriva mi riempie d'orgoglio, so che tu puoi capire perfettamente i miei racconti!
      Ti abbraccio stretta cara!!

      Elimina
  3. Divina... tutto splendido da te, questa ricetta la farò molto presto!!!
    BAcioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela!
      Se la provi fammi avere la foto che la pubblico sulla pagina fb di timoebasilico and friends!

      Elimina
  4. Meravigliosa!!!!
    Non ho mai fatto dolci con la farina di mandorle...
    questa mi attrae parecchio e la provo assolutamente!
    Bacioni Laura!
    Clo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia se non hai mai provato la farina di mandorle questo dolce lo devi provare ha una consistenza speciale e raffinata. Se la fai fammi sapere magari mandami la foto così la pubblico sulla pagina fb di timobasilico and friends!

      Elimina
  5. {è possibile sostituire le prugne con i fichi?}

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ch. Certo che si! Attenta ad amalgamarli dolcemente per non romperli! Buona torta -))

      Elimina