Dolce ai mirtilli { e alle erbe di Provenza }

7.11.14


Scale di legno - a due a due - giardino - corsa - staccionata - si lo so sul davanti c'é il cancello d'entrata ma la corsa verso la staccionata é unica - pezzo di asfalto - sentierino a fianco del grande abete - animo impaziente - ... bosco!
Nella mia casa d'infanzia ci volevano due minuti due, per essere in bosco e se correvo anche uno solo. Figlia di un artista non potevo crescere in un posto più verde e più nella natura. Questo comportava le solite domande da parte di alcuni: ma non hai paura a vivere così vicino al bosco? Domande del genere mi apparivano già allora incomprensibili e se ci penso ora mi fanno ridere o meglio sorridere un po' sarcasticamente! Mai sentita più sicura come in quella casa attaccata al bosco, che é stata La Casa della mi infanzia. Come sicura ma sopratutto in pace con me stessa, mi sentivo, quando assieme al fedele Mosé andavo a raccogliere i mirtilli per fare i dolci. 



Ingredienti per uno stampo classico da Gugelhupf o per una tortiera a cerniera da 23-24 cm ø

per il dolce
150 gr. di mirtilli neri (freschi o congelati)
250 gr. di farina
170 gr. di zucchero
230 gr. di burro
4 uova
1 dl di latte
1 bustina di zucchero vanillinato
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci
1 pizzichino di sale
1 cucchiaino di buccia grattugiata di limone
1 cucchiaio di erbe di provenza possibilmente fresche e tritate finemente (timo, rosmarino e lavanda)

per l'eventuale glassa ai mirtilli
circa 200 gr. di zucchero a velo
circa 2-3 cucchiai di succo di mirtilli neri

per l'eventuale decorazione
mirtilli neri freschi

Esecuzione:

per il dolce
Scalda il forno a 180°
Con le fruste elettriche sbatti il burro con lo zucchero e lo zucchero vanillinato fino a che diventa bianco e spumoso.
Aggiungi le uova uno alla volta amalgamandole bene. Unisci la scorza grattugiata del limone. 
Setaccia la farina con il sale ed il lievito e uniscila all'impasto un po' alla volta, amalgamando bene.
Unisci il latte e le erbe di Provenza tritate e amalgama.
Infine unisci i mirtilli mischiando dolcemente con un cucchiaio di legno cercando di non romperli. 
Cuoci in forno caldo a 180° per 50 minuti, fai la prova stecchino. 
Sforna e lascia raffreddare.

per l'eventuale glassa
Diluisci lo zucchero a velo con il succo di mirtilli neri. Aggiungi il succo poco alla volta fino ad ottenere una consistenza densa e liscia e che scivola dal cucchiaio.

Una volta raffreddato il dolce toglievo dallo stampo o dalla tortiera e fai scivolare la grassa sulla superficie e volendo guarnisci con dei mirtilli freschi.

Se non trovi il succo di mirtili neri puoi optare per una classica glassa bianca al limoneLa ricetta arriva da qui.










10 commenti:

  1. Ciao Laura, ho visto la foto di questo meraviglioso dolce su instagram ed ho riconosciuto subito il tuo bellissimo stile. Sei bravissima e sei fonte di ispirazione.
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Garazie infinite Paola, mi fa molto piacere se ti ispiro anzi, stuzzicare la vostra creatività é uno dei miei scopi principali, quindi ne sono felice :-)
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Laura, I wouldn't eat this but it is a work of art. I used to make three tier pavlovas with summer fruit and cream layers decorated with molten chocolate. I tried a four tier one but it collapsed. I make them with raw cane sugar 50%/50% with granulated raw sugar blasted to make it fine. They go hard on the outside but are sticky in the middle. They take hours to do but most of the time is drying time.
    Have a good weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Adrian I would like to see once your three tier pavlovas! It sounds really good!
      Have a nice week end too dear friend!

      Elimina
  3. Fantastico!!!
    Chissà se riuscirò in questa impresa...
    Un abbraccio carissima Laura!
    Clo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia Ma si che ci riesci mica é difficile anzi!
      Se la fai fammi sapere :-)
      Bacio!

      Elimina
  4. Possibile che quando leggo i tuoi post, oltre a sentire il profumo delle tue prelibatezze, sento anche i suoni e vedo le immagini e le situazioni che descrivi?
    Sono così felice di aver trovato te ed il tuo blog... Lo avrò detto un centinaio di volte, ma un altro centinaio lo ripeterei!

    Baci,
    Lu

    cioccolatoandmint.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa ripetiti pure! A me fa piacere! :-))))) sei carinissima anche tu a me piaci tanto tanto!
      Un bacione!

      Elimina
  5. Ciao Laura è sempre un piacere leggerti (anche se non te ne accorgi)...ho pochissimo tempo e cerco di farci stare l'impossibile ma prima o poi arrivo a farle le cose buone e bellissime come le tue. Il bosco...non sai quanto ti capisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena! Che piacere che mi fai dicendomi che mi capisci in fatto di boschi! :-)
      Hai fatto bene a lasciarmi questo commento, mi rallegra credimi e vedrai che riuscirai prima o poi a fare qualcosa! Non c'é fretta!
      Un abbraccio

      Elimina