Girelle di creps di farina di castagne {della Val Tiberina}

21.11.14

... una strada di paese fiancheggita sulla sinistra da un muretto di antichi mattoni alto circa un metro e mezzo o poco meno, al di la del quale la vista si estendeva nel paesaggio verde chiaro, interrotto delle lance verde scuro dei cipressi. A destra, dirimpetto al muretto e al paesaggio, la strada era fiancheggiata dai tavolini esterni dei locali, dove la gente era seduta a godersi il buon vino rosso che andava decantandosi negli enormi bicchieri, degustando bocconcini prelibati. Sulla strada la gente camminava e i giovani erano i protagonisti. Rimasi affascinata da questo piacevole contrasto tra la storia degli antichi mattoni e l'allegria colorata giovanile. Ho avuto la netta sensazione di un luogo dove il futuro e la ricchezza delle idee frasche si sposano a perfezione con la ricchezza, la saggezza e l'esperienza delle tradizioni. Si! Ad Arezzo ho respirato questa bellissima sensazione di vita. 
Sedendomi ad uno degli eleganti tavolini ho pensato che, se prendi ingredienti di serie A e li lavori con la giusta dose di creativitá non potrà mai uscire fuori una cosa banale.
Le girelle di farina di castagne della Val Tiberina, formaggio spalmabile, e prosciutto toscano sono un ottimo finger food per un happy haur di bontà antiche e gusto fresco e giovane.

Ringrazio sempre i nostri indispensabili compagni di viaggio: Tuscanative (guarda qui), da cui provengono i prodotti, e Caccia al Territorio Blog Tour Arezzo, qui, che mi da l'opportunità di ripercorrere i ricordi toscani attraverso il viaggio dei sapori.




Ingredienti per circa 30-35 girelle

per le 4-5 creps alla farina di castagne:

100 gr. di farina di castagne
160 ml di latte
1 uovo
1 pizzichino di sale
un po' di burro per la padella

per la farcitura:
200 gr. di prosciutto crudo a fette (per me il prosciutto toscano)
180 gr. di formaggio spalmabile
2 gocce di limone (facoltative)

Esecuzione:

Frulla, in un recipiente, il latte, l'uovo e la farina ed il pizzico di sale. Devi ottenere una pastella abbastanza fluida, se ti sembra troppo dens aggiungi ancora un po' di latte.
Lascia riposare la pastella in un luogo fresco per 20-30 minuti.
Trascorso questo tempo scalda una padella, fai fondere una piccola noce di burro e incomincia a fare le creps, facendo scivolare un mestolino di pastella per ogni creps. Solleva la padella dal manico e, inclinandola dai vari lati fai in modo che la pastella si distribuisca su tutta la superficie. Cuoci ogni creps per circa 2-3 minuti per lato (attenzione  nel girarle perché sono più delicate di quelle fatte con la farina bianca). Una volta cotte lasciale raffreddare completamente.
Distribuisci sulle creps uno strato di formaggio spalmabile e uno strato di fette di prosciutto. Arrotola ogni creps su se stessa e avvolgi i salamini ottenuti in un foglio di pellicola trasparente. Esercita pure una leggere pressione in modo che i salamini siano compatti. Metti in frigo per 3-4 ore o nel freezer per 20-30 minuti. Successivamente taglia i salamini a fette spesse circa 2 cm o secondo il tuo gusto. 

Infilza ogni girella in uno stecchino di legno, volendo puoi fare anche dei veri e propri spiedini infilzando 3 girelle per stecchino. 

8 commenti:

  1. I have never seen chestnut flour. I'll keep an eye out for it. I hope you are not eating all this food or you won't be able to walk.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)) Adrian chestnut flour it's fantastic! You should try it :-)
      ... we have had a beautiful happy hour with them and I've eaten too few!

      Elimina
  2. Ma che bella questa ricetta... e quanto è bella la Toscana?!?!? Io sono nata a Viareggio e la amo alla follia, e pensa che Carlottina è di Siena... Un bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao federica! Nel mio mix ho sangue toscano anche io di Carrara per essere esatti :-)
      Ciao cara un abbraccio

      Elimina
  3. Ho adorato la Toscana fin dal primo momento che l'ho respirata.
    Mi piace questa tua ricetta, perfetta per gli aperitivi per cui mi mancano sempre le idee.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Monica, la Toscana é proprio magica... anche io l'adoro, ho dei ricordi stupendi in quei luoghi...
      ... sai che questa ricetta é nata così da un idea ed é davvero stata una super intuizione se la provi fammi sapere,
      Un bacio!

      Elimina
  4. Questa settimana mi sono persa un po' troppe ricette, e sono anche una più bella dell'altra! Adoro la farina di castagne; devo provare a farci il pane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa il pane! Si! Fammi sapere ...
      un bacio cara!

      Elimina