Muffins salati {alla patata rossa di Cetica}

20.11.14


Uno dei miei passatempi preferiti é guardare fuori dal finestrino dei ricordi. Proprio come molti anni fa, guardavo fuori dal finestrino dell'auto, incantata da quello che c'era fuori. 
Una strada in salita in mezzo a tanti alberi (non so se era perché ero piccola io, ma mi sembravano altissimi), i quali tronchi formavano a terra un intreccio di ombre e luci. La macchiana proseguiva lenta, quasi a non voler disturbare quell'atmosfera. Fu mia sorella ad interrompere il silenzio: - guardate c'é un capriolo! No é un cervo! -
Magia! Un gruppo i cervi ci stava guardando... papá disse: Laura sul lunotto c'é una scatola di zuccherini (ebbene si, mio papá é sempre stato un grande bevitore di caffè, e il caffè a lui piace dolcissimo tanto da portarsi dietro sia termos che zollette ).
 I cervi presero lo zucchero dalle nostre mani, non avevano paura... Ricordo di aver ritirato la mano di scatto, portandomela al petto, contenta che il cervo non me l'avesse mangiata, come ricordo il mio sorriso felice e gli occhi dolci di quegli animali.
La strada in salita era il valico della Consuma, il bosco era quello di Valleombrosa... Si! Eravamo proprio vicini a Cetica, dove viene coltivata la patata rossa che é la protagonista della ricetta di oggi. Che sia per il luogo in cui viene coltivata che la patata rossa di Cetica é così particolare? Ha la buccia di colore rosso, la polpa chiarissima, quasi bianca, ed é ottima per la preparazione degli gnocchi in quanto tiene bene la cottura. Io ho voluto sperimentarla in questi piccoli muffins salati, cotti in pirottini fatti con la pasta fillo! Li ho sprannominati i muffin mangiatutto.
Grazie Tuscanative, qui, e grazie Caccia al Territorio Blog Tour Arezzo, qui, che con questo viaggio attraverso i prodotti delle Valli Aretine mi fate rivivere queste belle emozioni!


Ingredienti per circa 12 muffin:

1 confezione già pronta di pasta fillo 
450 gr. di patate (per me patate rosse di Cetica)
1/2 cipolla
30 gr. di pancetta dolce a cubetti (facoltativa)
2 cucchiai di piselli surgelati
50 gr. di formaggio vaccino a pasta semi molle
1 dl di latte
2 uova
2 cucchiai di pecorino grattugiato (per me pecorino erborinato delle Valli Aretine)
d'olio extravergine d'oliva (quanto basta)
sale, pepe, noce moscata

inoltre ti serviranno dei pirottini da muffin in silicone 

Esecuzione:

Lessa le patate, conla buccia, in abbondante acqua salata bollente.
In una padella fai rosolare, con un po' d'olio d'oliva, la cipolla  tritata e la pancetta. Unisci i piselli e spegni il fuoco.
Una volta lessate le patate, sbucciale e, in una capiente ciotola, schiacciale con una forchetta o con lo schiaccia patate. Aggiusta di sale, pepe e aggiungi un pizzichino di noce moscata. 
Unisci le uova, il formaggio vaccino tagliato a cubetti e il pecorino grattugiato. Amalgama bene tutto e infine unisci i piselli con il soffritto di cipolla e pancetta, amalgamandoli al composto.

Scalda il forno a 180°.

Taglia la pasta fillo in quadrati 15x15 circa  (usa 3-4 fogli sovrapposti) e rivesti i pirottini, tagliando la pasta in eccesso sui bordi o risvoltandola all'interno (guarda ad esempio come ho fatto qui).

Riempi gli stampini, rivestiti di pasta fillo, con il composto (fino all'orlo) e cuoci in forno a 180° per 15-20 minuti. Controlla sempre verso la fine che non scuriscano troppo. Devono avere un bel colore dorato.

Se non trovi la pasta follo, puoi usare anche la pasta sfoglia. Se vuoi puoi anche cucinare i muffins direttamente negli stampini imburrati.






6 commenti:

  1. What lovely little quiche tartlets.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks Adrian, these are very easy to do. I think you could love these!

      Elimina
  2. Ricette e foto sono strepitose come sempre, ma quello che mi ha incantato è stato il tuo racconto! Ho la fortuna di abitare in una zona dove di animali allo stato selvaggio se ne vedono ancora, ma ammetto, che non sono mai riuscita a fargli mangiare degli zuccherini :D
    Un abbraccione Laura, la tua follower di IG Lapaolina_

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao!!! Che piacere vederti!
      :-) guarda non avevano paura erano molto docili forse abituati? ... era tutto davvero magico, io avrò avuto 5-6 anni ma e lo ricordo ancora desso e ti dico la verità adesso credo che avrei forse paura a mettere la mani li...
      ti abbraccio stretta!

      Elimina
  3. Racconti i tuoi ricordi di bambina con tanti particolari , così colorati e profumati !
    Così le tue ricette e le spiegazioni e le ambientazioni diventano un 'idea di bellezza sublime ....
    grande Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuly tu sei davvero speciale ...
      ti abbraccio

      Elimina