Vellutata di fagioli Zolfino {con quenelle al salmone}

1.12.14

Dichiarazione d'amore ai fagioli!
Torniamo in Valdarno vi va? 
Non mettevevi a ridere ma sono legata in modo quasi viscerale ai fagioli, ebbene si! Paese che vai zuppa di fagioli che trovi. E siccome io sono un miscuglio fatto di nord-sud-ovest-est (ce le ho tutte dentro!), voi capirete che, tra pasta e fasioi, menestrun zeneize, jota triestina, ribollita, zuppa di cannellini e scarola, il fagiolo ce l'ho proprio nel sangue! 
Una vellutata di fagioli zolfino, nobilitati dalla sempicitá del piatto dove spiccano cremositá e delicatezza, é la perfetta dichiarazione d'amore a questo legume!
... e visto che il periodo natalizio si avvicina mi frullava per la testa un abbinamento raffinato col salmone. E siccome il fagiolo zolfino brilla di luce propria, come si suol dire, volevo che l'accostamento dei due ingredienti base diventasse tale solo al momento della degustazione, e così é nata la vellutata di fagioli zolfino con quenelle al salmone! Un piatto semplicemente perfetto!

Grazie a tuscanative per le eccellenze toscane, guarda qui, e a Caccia al Territorio Blog Tour Arezzo,  qui, che mi ha dato l'imput giusto per creare le ricette di un viaggio toscano attraverso sapori, ricordi e sensazioni!


Ingredienti per 4 persone:

per la vellutata
500 gr. di fagioli zolfino (per me quelli di tuscanative - guarda qui)
aglio
1 folgia di alloro
2 foglie di salvia
sale e pepe
acqua
olio extravergine d'oliva

per le quenelle al salmone
200 gr. di salmone affumicato
3 cucchiai di panna freschissima
1 uovo
2 cucchiai colmi di farina di semola a grano duro (semolino)
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
sale, pepe, noce moscata

prezzemolo fresco per la guarnizione (facoltativo)

Esecuzione:

per la vellutata di fagioli zolfino
lava i fagioli e falli ammollare per una notte in una ciotola coperti d'acqua*
Il giorno dopo metti i fagioli e l'aglio vestito in una pentola, ideale sarebbe di coccio, aggiungi acqua fino a coprirli di circa due dita.
Porta a leggero bollore e lascia sbollire per circa 1 ora. Dopo i primi 30 minuti aggiungi l'alloro e la salvia (interi). Quando i fagioli sono cotti togli la salvia, l'alloro e l'aglio. Aggiusta di sale e pepe e passa al mixer ad immersione. Aggiungi un filino d'olio extravergine d'oliva.

Nel frattempo prepara le querelle
Metti abbondante acqua in una pentola e porta a bollore.
In un recipiente unisci: il salmone tagliato a striscioline, la panna, l'uovo, la farina di semola e passa al mixer ad immersione fino ad ottenere una crema densa (non deve scivolare via dal cucchiaio).
Aggiungi la scorza grattugiata del limone, un pizzico di noce moscata e aggiusta di sale e pepe. 
Con l'aiuto di due cucchiai, unti con un po' olio, forma delle quenelle, che farai scivolare nell'acqua bollente cuocendole come se fossero degli gnocchi (saranno pronte quando verranno a galla dopo pochi minuti).
Per vedere come fare la forma tipica delle quenelle guarda qui.

Impiatta la vellutata ben calda e appoggia al centro del piatto 2 o 3 quenelle, e una bella spolverata di pepe. Eventualemente guarnisci con del prezzemolo fresco. 

*alcuni riducono il tempo d'ammollo per i fagioli zolfino a due o tre ore, altri non fanno l'ammollo ma in questo caso si allungano i tempi di cottura).





9 commenti:

  1. This looks like a warming soup for lunch.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi Adrian! Yes it is! Really very very good!

      Elimina
  2. Una vera delizia, complimenti Laura!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola :-) é squisita davvero, sarà la nostra entrata per il pranzo di Natale!
      Un bacio cara!

      Elimina
  3. Ciao.
    Mi trovo in dispensa proprio dei fagioli di zolfino e anche del salmone in frigo! Perfetto!
    Volevo solo sapere se una volta frullati è meglio filtrare la zuppa.

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Non è necessario filtrarla, poi vedi tu va anche a gusti, sentirai è buonissima

      Elimina
    2. Vero. Non è stato necessario. Ed è buona davvero.

      Elimina