Pain de thon {cake salato al tonno e zucchine}

13.5.15

Ma che bella sorpresa! Vi piacciono le sorprese? Venite, entrate ed accomodatevi, perché vi racconto una cosina stuzzicante! Prima peró prendete posto a tavola. Per l'occasione ho preparato un buonissimo Pain de thon. Mettete pure un post it su questa ricetta perché il Pain de thon é buonissimo ed é un jolly adatto, da adesso, per tutta l'estate! Un rivoluzionario cake salato al tonno, provare per credere.
E visto che siamo in tema di sorprese, Tonno Angelo Parodi (che ha collaborato con Medusa Film a "Ma che bella sorpresa!" qui, la pellicola firmata Alessandro Genovesi e uscita a maggio con un cast eccezionale a partire da Claudio Bisio, Ornella Vanoni e Renato Pozzetto) ha pensato bene di fare la sorpresa delle sorprese e cioè ha lanciato, in concomitanza con l'uscita del film, l'11 marzo 2015, un concorso a premi dove... suspance, il primo premio é proprio una sorpresa! Avete capito bene il primo premio é un viaggio a sorpresa, dai un occhiata qui! Quindi uno puó già iniziare a fantasticare anche sulla meta e già questa é una cosa carina. Oltre che al viaggio sorpresa ci sono premi firmati Philips e Bialetti.
Partecipare é la cosa più semplice del mondo, qui trovi il regolamento e qui la scheda d'iscrizione, basta acquistare una scatoletta di tonno Angelo Parodi, hai tempo fino al 31 agosto. Quindi, come vedi se preparerai il nostro Pain de Thon con il Tonno Angelo Parodi (come ho fatto io) praticamente sei già in concorso in quanto, nelle dosi indicate servono 2 confezioni di tonno.

Da buona genovese amo il mare e amo il tonno. Ho un piacevole ricordo, quello di mia zia che metteva sott'olio lei stessa il tonno pescato dallo zio. Quando andavamo a trovarla ricordo come fosse ora, prima di partire per tornare a casa, la goduria di quando lei apriva la dispensa e prendeva dei vasetti rosa sfiorandoli con la mano come ad accarezzarli dicendo: questo é il tonno dello zio che ho messo via con l'olio di Nozarego quello del Sig. T.! Beh a me il Tonno Angelo Parodi ha fatto lo stesso effetto! Infatti ho preparato il Pain de thon, ricetta della mia infanzia con chiare influenze rivierasche liguri-francesi.



Ingredienti per un piccolo stampo da cake (700 ml. circa, fai la prova riempiendo lo stampo con 700 ml d'acqua) - puoi usare anche uno stampo da budino o degli stampini in silicone per muffins.

185 gr. di tonno in olio d'oliva scolato, 2 confezioni da 180 gr. al lordo (per me trancio e filetti di tonno in olio d'oliva Angelo Parodi)
100 gr. di fiocchi d'avena
1 spicchio d'aglio
1 zucchina (tagliata a dadini)
1 dl di latte
1 dl di panna
3 uova
2 cucchiaini di senape (facoltativa)
1 punta di coltello di paprika dolce (facoltativa)
sale e pepe

Esecuzione:

Accendi il forno a 190°.
Scola bene il tonno e, volendo, sciacqualo brevemente sotto l'acqua corrente per togliere l'eccesso di olio di ricovero. Scolalo bene il più possibile e mettilo in una capiente ciotola. 
Unisci le uova, la panna ed il latte e frulla con il mixer ad immersione.
Aggiungi  la zucchina tagliata a dadini e i fiocchi d'avena. Amalgama tutto bene e trasferisci nello stampo da cake leggermente unto d'olio.
Cuoci in forno a 190° per circa 40 minuti. 
Quando lo sforni, tasta la superfice, se é sodo vuol dire che é cotto, non ti preoccupare se, dalla superfice esce un po' di liquido perché verrà assorbito una volta raffreddato.

Ti consiglio di prepararlo il giorno prima perché, una volta raffreddato completamente, da il meglio di sé. 
Puoi cuocere il Pan de thon anche negli stampini in silicone per muffins, un idea molto carina per un aperitivo o un picnic, in questo caso saranno sufficienti 20 minuti di cottura.
Un altra idea per un fingerfood da aperocena é quella di tagliare, una volta raffreddato completamente, a cubotti il Pain de thon e disporli su un piatto da portata.
È altrettanto buono spalmato su crostini di pane, proprio come un paté.








12 commenti:

  1. "Volli, e volli sempre, e fortissimamente volli", buonissimo!

    RispondiElimina
  2. Fantastica ricetta Laura! Me la scrivo subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia,
      a casa tua lo ameranno ne sono certa!
      Un bacio :-)

      Elimina
  3. Now this does sound very interesting.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. It's a great recipe Adrian!
      Take care, have a nice week end!

      Elimina
  4. Molto molto stuzzicante e curioso! Non ne avevo mai sentito parlare.. Lo proverò!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara,
      credimi se lo fai é talmente buono che diventerà un tuo must!

      Elimina
  5. Molto carino, veramente. Proverò la versione finger food!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo come finger per un apero, una cosa sfiziosa diversa dal solito e vedrai che il sapore stupirà i tuoi ospiti in maniera positiva!

      Elimina
  6. Ma che bella idea, segno la ricetta Laura. Ti farò sapere!
    Baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, é buonissimo se lo fai sentirai tu stessa,
      un abbraccio

      Elimina