Galette alle ciliegie { e mandorle }

19.6.15


... pochi giorni fa pensavo a quanto in fretta maturano le ciliegie. Solo ieri mi perdevo nella bellezza degli alberi fioriti di quel bianco-non- bianco e che é una delle continue ricerche e sfide per noi pittori. 
Sono solita associare i ciliegi ai mandorli. Questo dalla prima volta che vidi l'opera (raffigurata in uno dei libroni di mio padre) - Amandelbloesem - Mandorlo in fiore di Van Gogh qui. Ero bambina e rimasi incantata, sola, con il grande libro poggiato sulle ginocchia, seduta sugli scalini in legno che salivano dallo studio di papá.  La sensazione di aver vissuto l'atmosfera del dipinto mi invase. Malinconia e gioia, praticamente me. Ho fatto di tutto, successivamente, per vedere l'opera dal vivo, un emozione indescrivibile, e l'immagine non mi ha mai abbandonato. La malinconia é una coperta confortante. Da allora ho sempre collegato il mandorlo in fiore ai ciliegi e forse, il sentimento enorme di Vincet ha cominciato proprio da li, ad essere un riferimento per la mia crescita artistica e professionale.

Ciliegie e mandorle, i frutti di quegli alberi fioriti che da sempre affascinano gli uomini e le donne dall'animo sensibile. Tutto questo racchiuso nello stile rustico della Galette

Ingredienti:

per la pasta brisée alle mandorle:
100 gr. di farina 00
75 gr. di farina integrale (puoi usare tutta farina 00 se preferisci)
50 gr. di farina di mandorle 
115 gr. di burro freddo (a pezzetti)
20 gr. di zucchero di canna 
1 presa di sale
2 cucchiaini di succo di limone
2-3 cucchiai di latte 

in alternativa 1 rotolo di pasta brisée gia pronta

per il ripieno:
500 gr. di ciliegie (peso con il nocciolo)
1 cucchiaio abbondante di frana di mandorle
1 cucchiaio di zucchero a velo
2 cucchiai di liquore all'arancia o rum (puoi sostituire con 2 cucchiai di succo d'arancia) 
1 presa di noce moscata

per spennellare prima della cottura (facoltativo)
1 tuorlo
latte o acqua (due cucchiai circa)

Esecuzione:

prepara la pasta brisée setacciando le farine con lo zucchero ed il sale. Aggiungi il burro e impasta con i polpastrelli, sbriciolando il burro e ottenendo un composto sabbioso. Aggiungi il succo di limone. Impasta velocemente aggiungendo, se necessario, l'acqua (un po alla volta) ottenendo un impasto liscio ed omogeneo (non impastare a lungo). Forma la classica palla, avvolgila nella pellicola trasparente e metti in frigo a riposare per almeno un oretta minuti.

Nel frattempo prepara il ripieno:
Snocciola le ciliegie e mettile in una capiente ciotola con lo zucchero a velo, la farina di mandorle, il liquore (o il succo di arancia) e la noce moscata. Mescola tutto, copri e metti da parte a temperatura ambiente.

Accendi il forno e portalo alla temperatura di 190°.

Trascorso il tempo di riposo della pasta, toglila dal frigo, lasciala a temperatura ambiente qualche minuto (ti sarà più facile stenderla) e, con il matterello ricava un cerchio di circa 28 cm. ø
Disponi in una tortiera da 22-24 cm. ø (meglio se apribile) un foglio di carta da forno del diametro più grande della tortiera in modo che i bordi del foglio di carta strabordino. Disponi ora il disco di pasta nella tortiera, anche i bordi della pasta devono straboccare dalla tortiera.  
Dai una rimescolata alle ciliegie, che dovrebbero aver fatto un bel sughetto, e versale al centro del disco. Richiudi i bordi per formare la classica Gallette (se hai tempo mettila in freezer per 10 minuti, ma essendo nella tortiera questo passaggio non é necessario).  Prima di infornare spennella eventualmente  con il tuorlo diluito con latte o acqua.

Inforna a 190° per 40 minuti circa, se vedi che verso la fine tende a scurire spostala nel ripiano più basso del forno.

Io ho preferito mettere la pasta nella tortiera in modo che la Galette no si apra in cottura. 
Volendo puoi metterla direttamente sulla placca da forno (rivestita di carta da forno), che é anche la maniera classica, ma in questo caso devi metterla obbligatoriamente in freezer 10-15 minuti prima della cottura, altrimenti rochi che si aprano i bordi. 

Volendo servi con una spolverata di zucchero a velo.
La gallette alle ciliegie é ottima tiepida accompagnata da ua pallina di gelato alla vaniglia o al limone.
L'ispirazione per questa ricetta arriva da qui.






Nessun commento:

Posta un commento