Tarte Tatin di pesche bianche {profumata al timo}

7.8.15

Le Tatin sono una mia grande passione. Le adoro in tutte le stagioni. Se hai amato la Tarte Tatin alle fragole profumata al basilico, fatta qui, ti assicuro che amerai anche questa.
Molto semplice, tanta frutta e qualche piccolo accorgimento per renderla più leggera in questa nostra lunga estate calda.


Ingredienti per uno stampo di 24-26 cm. ø 

per la pasta brisée (potete usare anche un rotolo di pasta giá pronta)
250 gr. di farina 
125 gr. di burro
1 pizzichino di sale
1 cucchiaio d'acqua 

per le pesche:
4-5 pesche bianche (puoi sostituire con le saturnine, in questo caso calcola 6-7 pezzi)
3 cucchiai di zucchero di canna
2-3 rametti di timo fresco 
30 gr. di burro (a fiocchetti)

per servire (facoltativo)
gelato alla vaniglia

per decorare (facoltativo)
rametti di timo

Esecuzione:

per la pasta brisée
lavora velocemente, in una capiente ciotola, la farina, il sale e il burro freddo tagliato a pezzetti, fino ad ottenere la classica palla. Aggiungi 1 cucchiaio d'acqua all'impasto. Avvolgi la palla nella pellicola trasparente e lasciala riposare al fresco o in frigo per 30-40 minuti.

Sbuccia e taglia le pesche a spicchi (cerca di fare 8 spicchi per ogni pesca) e metti da parte.

Rivesti la tortiera con la carta da forno (questo é indispensabile se usi una tortiera a cerniera altrimenti il succo che si crea in cottura potrebbe fuoriuscire).
Cospargi il fondo con lo zucchero, i fiocchetti di burro e i rametti di timo interi. Disponi gli spicchi di pesca con il dorso poggiato sul fondo fino a coprire l'intera superfice della tortiera.

Stendi la pasta brisée in un cerchio più largo (di circa 1 cm.) del diametro della tortiera. Copri le pesche con la pasta ed eserciata una pressione sui bordi come a chiudere ermeticamente il ripieno.

Cuoci in forno caldo a 180° per 30-35 minuti.

Se sei pratica, lasciala intiepidire alcuni minuti e capovolgila subito, per gustarla ancora tiepida. Se invece non hai dimestichezza ti consiglio di lasciarla raffreddare completamente prima di capovolgerla, é buonissima anche a temperatura ambiente. Per capovolgerla nel modo giusto appoggia un piatto sulla superficie della tortiera e capovolgila in fretta. Se usi la tortiera a cerniera prima capovolgi e poi lentamente apri la cerniera.
Fai attenzione perché il sughetto che si sarà creato é della consistenza di uno sciroppo e va servito con la torta, quindi capovolgila su un piatto dai bordi un po' rialzati in modo da contenerlo.

 La Tatin alle pesche bianche e timo, con il suo sughetto, é ottima accompagnata con una pallina di gelato alla vaniglia o semplicemente panna freschissima liquida.

Volendo decora la torta stessa con una pallina di gelato e con rametti di timo fresco.


  • ... ricette simili
  • Tarte Tatin ai fichi alla provenzale, qui
  • Tarte Tatin alle fragole profumata al basilico, qui

1 commento:

  1. Grazie per la ricetta. Io la tatin l'ho sempre fatta in padella mai in forno,proverò. E l'aggiunta del timo mi ispira...

    RispondiElimina