Semifreddo meringato {al torrone e gianduia}

27.12.15

Tra Natale e capodanno il semifreddo meringato al torrone e gianduia, che ho fatto qui, per il nostro secondo compleanno (nelle foto infatti il semifreddo indossa il numero due), ci sta veramente bene! Ho aspettato postare la ricetta appunto perché durante le feste ci vuole un semifreddo e questo, oltre che ad essere buonissimo é proprio glam! 

Il dolce é composto semplicemente da semifreddo, in due gusti e colori diversi, sia per il palato che il lato estetico, e da bastoncini di meringa. Semplicità come certezza di eleganza e bontà!

Ingredienti per uno stampo a cerniera di 18 cm. ø 

per le merignhe:
4 albumi (a temperatura ambiente*)
205 gr. di zucchero a velo
2 cucchiaini  scarsi di maizena 2-3 gocce di limone

per il semifreddo al torrone:
50 gr. di zucchero
75 gr. di torrone duro alle nocciole (tritato finemente al mixer) 
200 ml di panna freschissima
2 uova freschissime
1 pizzichino di sale
1/2 cucchiaino di polvere di caffè (facoltativo)

per il semifreddo al gianduia
50 gr. di zucchero
75 gr. di ciococlato gianduia (fuso dolcemente a bagnomaria e lasciato intiepidire)
200 ml di panna freschissima
2 uova freschissime
1 pizzichino di sale

per decorare la superfice
piccole meringhe a fiammella acquistate giá pronte

Esecuzione:
prepara i bastoncini di meringa:
piccola premessa
*Gli albumi devono essere a temperatura ambiente, quindi ti consiglio di lasciarli in un bicchiere, fuori dal frigo almeno mezz'ora o un oretta prima di montarli.
Per montare gli albumi non ho aggiunto il classico pizzichino di sale.

Scalda il forno a 150° e prima di infornare abbassa la temperatura a 70° (ventilato).

Con le fruste elettriche monta gli albumi a neve soffice (parti dalla velocità bassa e aumenta mano mano). Quando avrai ottenuto una neve soffice, ma non soda, aggiungi lo zucchero a velo poco alla volta e continua a montare fino ad ottenere una neve molto soda (sarà perfetta quando alzando le fruste si formeranno i cosìdetti becchi) e infine unisci la maizena ed il succo di limone, questo servirà a mantenere lucida e bianca la meringa.Ora disponi sulla placca del forno un foglio di carta e metti la meringa cruda nella sac a poche (o una siringa per dolci) con becco a foro rotondo largo e fai 12-14 biscotti tipo savoiardi dello spessore di 3. cm circa e 10 cm. di altezza, regolati con l'altezza dei bordi del tuo stampo, i bastoncini di meringa devono essere più lunghi dell'altezza del semifreddo di 1 o 2 cm.)
Abbassa il forno da 150° a 70° (ventilato).
Apri la porta del forno in modo da stemperare un po' il calore e le meringhe per un ora e mezza a 70°. Controlla la meringa spesso, se pensi che il tuo forno tende a scurire sposta la meringa nel ripiano più basso e in caso abbassa leggermente la temperatura. Ricorda che le meringhe non devno cuocere ma solo asciugare.
Spegni il forno, inserisci un cucchiaio di legno tra il forno e la porta dello stesso in modo da lasciare una fessura e lascia raffreddare completamente la meringa dentro al forno spento.






prepara lo stampo:
rivesti lo stampo con la carta da forno inumidita (sia il fondo che i bordi come faresti per una cheesecake).

prepara lo strato di semifreddo al torrone:
monta i tuorli, in una capiente ciotola, con lo zucchero fino a che diventano bianchi e spumosi. Aggiungi il torrone tritato e incorporalo amalgamando bene ai tuorli. Monta la panna ed uniscila dolcemente al composto incorporando bene ma cercando di non far smontare troppo la panna.
Monta gli albumi a neve ben ferma aggiungendo un pizzichino di sale ed uniscila al composto amalgamando dal basso verso l'alto in modo che l'impasto resti vaporoso.
Versa il composto nello stampo rivestito di carta da forno e metti in congelatore per almeno 3 ore, o fino a quando il semifreddo non sarà solido.

Prepara lo strato di semifreddo al gianduia:
il procedimento é lo stesso devi solo sostituire il torrone tritato con il gianduia fuso. La sequenza é la stessa.
Preleva dal freezer lo stampo con lo strato di semifreddo al torrone e versaci sopra il semifreddo al gianduia e rimetti in freezer per altre 3 ore o meglio una notte intera.

Componi il dolce:
togli il semifreddo dallo stampo (se l'apertura dello stampo é gelata aspetta 5 minuti e si aprirà senza problemi) elimina la carta da forno sul bordo del semifreddo e, volendo anche quella sotto. Disponi con molta delicatezza i bastoncini di meringa attorno al dolce (per farli aderire meglio al bordo applica una goccia di miele nella parte inferiore e interna delle meringhe.
Infine disponi le fiammelle di meringa sulla superfice e volendo lega (con molta attenzione e senza stringere troppo) dello spago attorno alle meringhe per il tocco shabby chic.

Ti consiglio di assemblare il dolce poco prima di servirlo perché, se il semifreddo si conserva bene in congelatore, le meringhe congelate diventano friabilissime e c'é il rischio che si rompano al momento del taglio. Quindi conserva pure il semifreddo in freezer e componilo prima di servirlo o al limite componilo qualche ora prima ma non lasciare le meringhe in congelatore per troppe ore.
Prima di servirlo lascialo a temperatura ambiente per 10-15 minuti o in frigorifero per circa 30 minuti.



  • Ricette simili:
  • semifreddo agli amaretti, qui



2 commenti:

  1. Ciao Laura, "eleganza e bontà" son due parole che stanno bene insieme, le sento come espressione di una personalità... artistica. Per fortuna quello che ci proponi e che fa venire l'acquolina in bocca si può gustare anche con gli occhi, quindi... grazie!

    RispondiElimina
  2. Laura cara, sono Elisa ex blogger di delziandovi.. ricordi? Siamo ancora in contatto su instagram e passo per dirti che finalmente sono tornata online con un nuovo spazio tutto mio. Ti aspetto su elliroom.
    Un abbraccio e passa buone feste ❤
    Elisa

    RispondiElimina