Filetti di merluzzo agli agrumi {vaniglia e pepe rosa}

28.2.16

Eccoci all'appuntamento domenicale e con le ricette facili e sane, dalla nota glamour, in collaborazione con PATRIZIA PEPE.
Per il COOKING DAY di oggi abbiamo pensato ad una proposta decisamente solare.
Un piatto facilissimo da realizzare, profumato, colorato che ti farà sognare di essere in vacanza.
Un mix di pochi e scelti ingredienti, esaltati nalla cottura al cartoccio.
Non ti deluderà anzi, lo sfoggerai con semplicità nelle migliori occasioni.
La ricetta é pubblicata qui e sul BLOG del Brand.

Ingredienti per due persone

1 filetto di merluzzo di 280-300 gr.
1 piccola arancia bio
1 mandarino bio
30 gr. di burro
1 cucchiaio di miele
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaino di pepe rosa
1 pizzico di sale

inoltre ti servirà un foglio di carta da forno abbastanza grande per fare il carroccio.
Esecuzione

Accendi il forno a 180°.
Lava gli agrumi, talgiali a fette (lasciando la buccia che profumerà deliziosamente il piatto, puoi comunque, se preferisci, eliminarla) e metti da parte.
In una padella fondi dolcemente il burro, aggiungi le fette di agrumi e il miele.
Taglia il baccello di vaniglia per il lungo e, con un coltellino, preleva i semi e uniscili al sughetto (non gettare il baccello vuoto ti servirà più avanti). Unisci anche il pepe rosa e lascia sbollire per 2 minuti.

Rivesti una teglia con un foglio di carta da forno, tanto grande quanto basta a rimboccare i bordi e chiudere a cartoccio.

Taglia il filetto di merluzzo in 4 pezzi e disponili nella teglia rivestita. Versa il sughetto con gli agrumi compresi, spolvera con un pizzico di sale e aggiungi il baccello di vaniglia vuoto e tagliato in quattro. Ripiega i bordi di carta facendo un cartoccio, fissando le estremità rimboccandole.

Cuoci per 25-30 minuti a 180°.

Sforna, apri il cartoccio e impiatta subito.
Accompagna volendo il piatto con del profumato riso basmati cotto al vapore.


Questa ricetta si presta ad essere realizzata anche con altri tipi filetti di pesce come il salmone, la sogliola branzino e orata.

Nessun commento:

Posta un commento