Mini croissant alla zucca {e conserve per formaggi}

18.10.16

Let's talk about book!
IL CUCCHIAIO D'ARGENTO, un nome una garanzia! Ho un bel ricordo della mia infanzia legato a questo libro. Mi tornano alla mente le minigonne scozzesi di mia madre e i pantaloni leggermente a zampa di mio padre, inviti tra amici dove più di una volta, congratulandosi con la padrona
di casa per la cena, veniva elogiato il famoso libro!
Ebbene si questa "bibbia" é un MARCHIO di GARANZIA che negli anni, rinnovandosi, é diventato un CULT ITALIANO.

OGGI é un giorno speciale per tutti gli appassionati e per chi ha lavorato alla DECIMA EDIZIONE del volume! Infatti proprio oggi esce in libreria il nuovo CUCCHIAIO D'ARGENTO!

Le mie impressioni?

Mi é saltato subito all'occhio il grande formato e il RESTYLING GRAFICO a partire dalla copertina, pulita ed accattivante che, a mio parere,
si inserisce a benissimo, anche esteticamente, nelle stilose cucine moderne.
Il volume inizia con il basic  (regole e ricette) per organizzare al meglio la cucina e continua presentando un repertorio vastissimo di RICETTE (più di duemila) RIVISITATE sia negli ingredienti che nell'esecuzione.

Estremamente utile trovo che sia l'inserimento, nelle varie ricette, delle CALORIE. Un altra cosa che farà piacere a chi vuole proporre una cena a regola d'arte o semplicemente gustare al meglio le pietanze, é l'abbinamento dei vini consigliato con la ricetta. Sono state inserite NUOVE SEZIONI per stare al passo coi tempi moderni come: i piatti unici, i mini pasto e pausa pranzo.

Una cosa che mi ha colpito favorevolmente sono gli INDICI: uno ANALITICO per ricetta e uno per INGREDIENTE a mio avviso utilissimo per comporre un menu di stagione o semplicemente per avere rapidamente sott'occhio la scelta a seconda dell'ingrediente.


Personalmente consiglio con tutto il cuore questo volume alle ragazze giovani che vogliono imparare a CUCINARE BENE in modo moderno o che, mettendo su casa, iniziano quel piacevole processo di inviti e cene tra amici.
Diciamo che lo consiglio comunque a tutti perché avere sottomano così tante ricette in un unico volume non é cosa da poco.
Non dimentichiamo gli "affezionati" che lo compreranno (ne conosco diversi) per metterlo nella collezione accanto alle edizioni precedenti.

Oggi ho deciso di proporvi qualcosa tratto da questo nuovo volume.
Mini-croissant salati alla zucca e per completare due gelatine e una conserva
 come accompagnamento a dei buoni formaggi.

Grazie all''indice per ingrediente, ci ho messo veramente poco a scegliere e comporre un insieme di ricettine adatte al mio apericena d'autunno!

... ahh un ultima cosa, volevo dirvi che non manca molto a NATALE e il volume, a parte il contenuto ricchissimo,  con il suo bel colore ROSSO ispira un REGALO non trovate?

E ora le RICETTE che ho preparato! 


Come stuzzichino: 
mini-croissant alla zucca e lardo

ingredienti per 8 mini-coissant
calorie a porzione:230

1 confezione di pasta sfoglia da 230 gr.
200 gr. di polpa di zucca
1 piccolo porro
20 gr. di burro
4 fette di lardo di Colonnata
1 tuorlo
1 cucchiaino di semi di cumino
Esecuzione

Fai stufare in una piccola casseruola o in una padella il porro mondato e tagliato a fettine. Aggiungi la polpa di zucca tagliata a cubetti, regola di sale e continua la cottura per altri 10 minuti circa.
Taglia la pasta sfoglia in 8 triangoli isosceli uguali. Taglia le fette di lardo a metá e disponile sulla parte più larga dei triangoli. Farcisci con un po' di zucca e arrotola la pasta iniziando dalla base fino alla punta formando dei mini-croissant. Spennella la superfice delle briochine con il tuorlo diluito con  qualche goccia d'acqua e inforna a 180° (forno preriscaldar in precedenza) per 15 minuti.
Lascia intiepidire prima di servire.

_________________________________________________________________________________

Per accompagnare i formaggi: 

gelatina di mele al timo, gelatina di ribes e marmellata di zucca, sono tutte deliziose e si sposano a meraviglia con formaggi anche quelli più stagionati ed erboranti a seconda del gusto personale.

(di seguito trovi le dosi indicate sul libro che si riferiscono per 4 vasi ciascuna ricetta, io ho diviso gli ingredienti per 4 in modo da ottenerne solo un vaso. 


Queste prelibatezze sono inoltre ottime da servire a fine pasto a coloro che preferiscono il formaggio al dessert.

Confezionate con una bella etichetta sono delle idee regalo homemade, che i gourmand appezzeranno sicuramente.
_________________________________________________________________________________


Gelatina di mele al timo (per 4 vasi da 2,5 dl)

2 kg di mele Granny Smith bio
6 rametti di timo cedrato (per me timo normale)
zucchero
Esecuzione
Sbuccia le mele e privale del torsolo. Tagliale a cubetti e trasferiscile in una casseruola. Copri a filo con acqua fredda e porta ad ebollizione. Cuoci per circa 40 minuti. Disponi la frutta e il succo su una tela pulita a trama fitta messa su un colino e lascia cadere il succo direttamente in una ciotola senza pigiare. Una volta filtrato il succo, pesalo e unisci, in un pentolino, lo stesso quantitativo di zucchero e i rametti di timo racchiusi in una garza. Quindi cuoci la gelatina per circa 30 minuti, finché si sarà addensata. Elimina la garza con il timo e versa nei vasi sterilizzati, chiudi ermeticamente e capovolgi. Lasciali capovolti fino a completo raffreddamento.
_________________________________________________________________________________

Gelatina di ribes (per 4 vasi da 2,5 dl)
1 kg. di ribes rosso
zucchero
1 limone
pepe nero
Esecuzione
Lava ed asciuga il ribes. Sgranalo facendolo scorrere tra i rebbi di una forchetta e fai cadere le bacche direttamente in una casseruola. Unisci il limone filtrato e 4 dl di acqua. Cuoci per 45 minuti. Trasferisci il composto su una tela pulita a trama fitta disposta su un colino e lascia cadere il succo direttamente in una terrina, senza pigiare, per 12 ore in un luogo fresco. Pesa il succo ottenuto e per 600 gr. di liquido unisci 400 gr. di zucchero. trasferisci il composto in una casseruola, mescola, e cuoci la gelatina per 8-10 minuti dall'inizio dell'ebollizione. Infine unisci una generosa macinata di pepe. Versa la gelatina nei vasi sterilizzati, chiudi ermeticamente e capovolgili. Lasciali capovolti fino a completo raffreddamento.
_________________________________________________________________________________


Marmellata di zucca (per 4 vasetti da 250 gr.)
1 kg. di polpa di zucca
300 gr. di zucchero di canna
1 di baccello di vaniglia
Esecuzione
Taglia la zucca a dadini e trasferiscila in una casseruola con lo zucchero. Taglia il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e, con la lama di un coltello, preleva i semi e uniscili alla zucca (unisci anche il baccello) Versa 1 dl d'acqua e cuoci a fiamma bassa per 15-20 minuti, fino ad ottenere un composto sodo, se la zucca fosse troppo fibrosa, passa al mixer. Versa nei vasi sterilizzati, chiudi ermeticamente e capovolgi. Lasciali capovolti fino a completo raffreddamento.



  • Il vino o il cocktail da accompagnare dipende dalla scelta del formaggio, questa volta io ho scelto dei formaggi francesi e ho optato per un cocktail fatto con succo di pompelmo rosa, Rosé di Provenza, un rametto di rosmarino e ghiaccio.









Nessun commento:

Posta un commento