Persian love cake {una storia d'amore}

10.2.17

Non resisto fino a San Valentino per condividere con voi questo delizioso dolce a base di farina di mandorle e yogurt greco che, per la romantica storia è legato all'amore e alla delicatezza ma anche ad incantesimo e magia.

La torta dell'amore persiana racchiude il concetto di amore profondo e bellezza.


Ho cercato al sua origine e ne ho trovato diverse versioni. 
Non so se sia leggenda o realtà ma, a guardarlo bene viene da pensare che tutto quello che si narra sia proprio realtà perchà la passione e la sensualità sono tangibili.

La versione più accreditata potrebbe sembrare banale se non si immaginasse il contesto, i profumi e il folle amore della ragazza persiana di umili origini che, innamorata del bellissimo principe usa lo stratagemma del dolce per conquistarlo per cui, la sua creazione, doveva contenere qualcosa di meramente speciale  magico.

Ci mise dentro delle spezie preziose che avrebbero dovuto compiere l'incantesimo. Mandorle, cardamomo, zafferano, noce moscata, acqua di rose, pistacchi e cos'altro? Ci sono molte versioni della ricetta ma non ho trovato la fine del racconto.


Ho deciso di proporvi la versione più semplice e, a mio parere, la più buon, che da quello che ho letto sembra essere anche la versione originale.

Mi raccomando la presentazione, qui bisogna fare sul serio e non lesinare in petali di rosa! 
Perché questo non é un dolce qualsiasi e lo dobbiamo all'amorevole ragazza che l'ha pensato per  principe.


La preparazione è semplicissima e veloce.

La torta é composta da una base di frolla di mandorle e un morbidissimo, oserei dire al cucchiaio, ripieno di mandorle e yogurt, arricchito con noce moscata e/o cardamomo e acqua di rose.

La poesia!


Ingredienti per uno stampo apribile di 22-24

360 gr. di farina di mandorle
150 gr. di zucchero
160 gr. di zucchero di canna
1 pizzichino di sale
120 gr. di burro morbido (a temperatura ambiente)
2 uova
250 gr. di yogurt greco
una punta di coltello di noce moscata (puoi sostituire con cardamomo in polvere, dipende dai gusti)
1 cucchiaino di acqua di rose ad uso alimentare o sciroppo di rose

per la decorazione
25 gr. circa di granella di pistacchi
1 rosa bio
zucchero a velo

Esecuzione

Accendi il forno e portalo a 180°. Imburra ed infarina leggermente lo stampo.

Setaccia la farina di mandorle e unisci gli zuccheri ed il sale. Aggiungi il burro morbido tagliato a pezzetti e impasta con i polpastrelli fino ad ottenere un impasto sabbioso. Persa 360 gr. di impasto e metti il resto da parte.
Distribuisci i 360 gr. di impasto sul fondo dello stampo per fare la base della torta. Compatta bene con una spatola (non fare i bordi).

Prendi il resto dell'impasto  e aggiungi la noce moscata, le uova, l'acqua di rose e lo yogurt. Lavora con le fruste elettriche, o con la frusta a mano, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versalo nella tortiera e cuoci in forno a 180° 8modalitá statica) per 45-50 minuti. Quando sforni la torta, al tatto sarà molto morbida.
Lascia raffreddare bene prima di toglierla dallo stampo.

Prima di servire distribuisci la granella di pistacchio sul bordo e decora con la rosa e alcuni petali della stessa. Finisci con una bella pioggia di zucchero a velo.
Volendo puoi servire la torta con una pallina di gelato allo yogurt o semplicemente con dello yogurt greco.












  • Se vuoi farcire con la crema che viene proposta in alcune versioni procedi in questo modo:
  • monta 2 dl circa di panna e incorpora piano piano circa 40 gr. di zucchero a velo, una presa di zafferano e una di pistacchio in polvere, quindi aggiungi a filo un cucchiaino di acqua di rose.
  • Spalma la crema sulla superfice della torta e decora poi con la granella di pistacchio e i petali di rosa. 
  • Alcuni fanno due tortine più basse (la seconda senza la base di frolla alle mandorle) le sovrappongono farcendo nel mezzo uno strato di crema. 

3 commenti:

  1. Uno stampo da 22 cm? O più piccolo? Dev essere deliziosa. La farina di mandorle ha sempre un qualcosa in più. Non vedo l ora di prepararla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Si lo stampo da 22-24 cm.
      Hai ragione le mandorle sono sempre molto raffinate :-) se ti va fammi sapere #timoebasilico
      Un abbraccio!

      Elimina
    2. Altro che innamorarsi il bel principe. Una delizia... Non ho trovato la acqua di rose ed ho aggiunto scorza di limone. La prossima volta forse diminuisco lo zucchero.

      Elimina