Capuccino di asparagi bianchi {glamour food}

12.5.17

Trovo estremamente stuzzicante e molto divertente, proporre un piatto dalle sembianze note, che in realtà é tutt'altro. Chiamatela pure voglia continua di rinnovarsi.


Mettere in pratica le idee più fantasiose non é mai sbagliato, a patto che si rispetti buongusto e raffinatezza.  Parto sempre da questo principio. I piatti "fake" piaccino molto perché stimolano l'immaginazione di chi li mangerà e stimolano chi li fa!

Provare per credere. Tutti i vostri amici e ospiti saranno curiosi di provare il cappuccino di asparagi bianchi: delicato, originale e raffinatissimo.

Ingredienti per 4 persone

per la vellutata
1 kg di asparagi bianchi
1/2 cipolla bianca tritata finemente
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1/2 litro di brodo vegetale
2 o 3 cucchiai di panna 
1 pizzico di noce moscata
sale e pepe
per finire
1 dl di panna montata ma non soda
scaglie di mandorle

Esecuzione

Lava gli asparagi, pelali uno ad uno e taglia la parte più dura del gambo (in questo caso 3 o 4 cm) e successivamente tagliali a fettine. 

In una casseruola scalda l'olio e aggiungi la cipolla. Una volta imbiondita aggiungi gli asparagi tagliati a fettine. Lasciali insaporire per circa 5 minuti mescolando con un cucchiaio di legno.

Aggiungi il brodo caldo e porta a leggero bollore. Cuoci, col coperchio,  per 25 minuti.

Spegni, togli dal fuoco e frulla con il mixer ad immersione. 
Aggiungi la noce moscata aggiusta di sale e pepe e unisci anche i 2 o3 cucchiai di panna per rendere la vellutata soffice e ariosa.  
Frulla ancora per 10 secondi e versa nei bicchieri e finisci con una cucchiaiata di panna e le scaglie di mandorle.

Se vuoi rendere la portata perfetta servi il CAPUCCINO DI ASPRAGI BICNACHI con un MINI CROISSANT SALATO guarda la ricetta QUI  (puoi sostituire la zucca con punte di asparagi bianchi o verdi, zucchini o piselli per esempio) oppure con i MINI BIGNÈ ALLA CREMA DI ASPARAGI, QUI oppure ancora i SABLÈ SALATI CON MOUSSE DI SALMONE fatti QUI!








Nessun commento:

Posta un commento