Granita al caffè {senza sorbettiera e facilissima}

12.7.17

Che bontà!
Manca solo il tuppo!

... una finestra aperta sul mare, un alito d'aria fa muovere lentamente le tende di lino pesante, fuori solo l'intenso azzurro pulito del cielo, il frinire dei grilli, tanto sole, luce calda e profumo di terra mediterranea. In lontananza uno scorcio di blu profondo.

La granita al caffè richiama queste atmosfere magiche che sanno di pace, di cultura, di storia e di immensità!


In tantissime, dopo aver visto il procedimento e il risultato, sulle mie InstaStories, mi avete chiesto la ricetta di questa granita che, lo confesso, mi ha conquistato oltre che per la magia delle atmosfere che trasmette, mach perché è un dessert senza sensi di colpa, come rinunciarci? 

Un cucchiaino di zucchero per ogni tazzina di caffè usata. 
Con la panna della decorazione ci si può regolare, quindi poca o tanta o addirittura senza.


Ora tocca a voi lasciarvi conquistare!


Ingredienti per 4-6 persone
per la granita
8 tazzine di caffè (lungo fatto con la moka, ho sperimentato che viene bene anche usando il caffè solubile)
8 cucchiaini di zucchero
1/2 baccello di vaniglia (oppure una bustina di 9 gr. di zucchero vanillinato)

per decorare
circa 2,5 dl di panna freschissima

Esecuzione

Unisci in una ciotola dai bordi alti il caffè caldo con lo zucchero e i semini ricavati dal baccello di vaniglia (o lo zucchero vanillinato). Mescola con il cucchiaio, fai sciogliere lo zucchero e lascia raffreddare a temperatura ambiente.
Una volta raffreddato trasferisci in freezer e, ogni 3/4 d'ora circa dai una frullata con il mixer ad immersione.
Dopo circa 3 o 4 orette e 5 o 6 frullatine la granita avrà assunto una consistenza cremosa simile al gelato, rimetti in freezer l'ultima volta e monta la panna lasciandola piuttosto morbida.
Riempi quindi le coppette o i bicchieri con la granita e guarnisci con la panna montata.

Il alternativa alla vaniglia puoi usare anche un pizzico di cannella e un po' di scorza d'rancio bio grattugiata.

Se non consumi subito la granita e devi lasciarla un periodo lungo (tipo una notte) in freezer, prima di servirla lasciala scongelare a metà e frullala, sempre con il mixer ad immersione, in modo che torni cremosa.






Nessun commento:

Posta un commento